Cucina regionale: la ricetta della Supa Barbetta

La cucina italiana è una delle più famose al mondo, i suoi pilastri – la pasta, la pizza, le lasagne, il gelato e tanti altri – sono conosciuti e replicati anche all’estero, mentre restano sconosciute ai più le sue ricette regionali. Sono tantissime, nascono dalle tradizioni familiari, sono radicate nelle usanze territoriali, legate ai prodotti stagionali disponibili e al clima di ogni zona… Nei secoli alcune ricette sono andate perdute, altre si sono trasformate con ogni piccola variazione apportata dalle nostre nonne nei ricettari di famiglia, altre ancora sono rimaste uguali, immutate nelle loro tradizioni, ma appannaggio di piccole comunità che le hanno custodite come un prezioso segreto… È questo il caso della Supa Barbetta! Curiosi di scoprire di cosa si tratta e come si prepara?

La ricetta della Supa Barbetta:

La supa barbetta, anche chiamata zuppa valdese, è un piatto poco conosciuto della tradizione piemontese, a base di grissini, formaggio e spezie. In passato, veniva consumato in occasioni speciali esclusivamente nei caratteristici borghi della Val Pellice, della Val Chisone e dalla Val Germanasca ma ormai la sua ricetta è entrata a far parte della cucina regionale piemontese. I motivi sono tanti… È un piatto della tradizione povera, fatto di pochi ingredienti economici ma genuini e sostanziosi; è facile da cucinare ma ha una resa spettacolare; è perfetto in ogni stagione e farne una versione vegetariana è semplicissimo. Per cucinare questa zuppa originale e profumata, dai sapori che ricordano gli alpeggi di montagna, vi serviranno:

  • 250 gr di grissini Tradizionali della linea Il Gusto
  • 125 gr di toma fresca
  • 50 gr di burro di malga
  • Mezzo litro di brodo fatto in casa
  • Mix di spezie: cannella, noce moscata, chiodi di garofano e pepe
  • Foglie di cavolo verza (o di bietole primaverili)
  • Aromi misti: salvia, rosmarino, alloro e bacche di ginepro

Per prima cosa occupatevi del brodo, che può essere vegetale o di carne, ma deve essere rigorosamente fatto in casa! Fate bollire un litro d’acqua con una carota, una cipolla, una costa di sedano – e, per la versione di carne – un pezzo di gallina, pollo o manzo. Nel frattempo, prendete una teglia e foderatela con le foglie di cavolo verza ben lavate ed asciugate, se preferite rendere il piatto più primaverile, potete usare anche delle bietole. Componete il primo strato di grissini, copriteli con la toma tagliata a pezzettini e con dei fiocchi di burro, infine spolverate con il mix di spezie. Continuate fino a riempire la teglia. Versate poi qualche mestolo di brodo caldo e infornate per circa un’ora a 160 gradi. Qualche minuto prima della fine cottura, fate sciogliere in un padellino il burro con gli aromi misti e un’altra spolverata di spezie colorate. Versate il composto sulla zuppa di grissini e servite caldo! Buon appetito da Vitavigor!

I grissini tradizionali della linea Il Gusto sono disponibili nei punti vendita dei supermercati U2, Iperal, Il Gigante e sul nuovo shop online di Vitavigor! Per altri consigli culinari o ispirazioni per cena, ecco la nostra rubrica “Idee&Ricette“.